fbpx

CONTEXTO

Edolo (BS)
2016-2018

CONTEXTO 2016
Giuseppe Frangi

La strada che sale ad Edolo è strada densa di luoghi cari a Giovanni Testori. Si inizia dal trittico romaniniano di Pisogne, Breno e Bienno: pareti indimenticabili, pulsanti della libertà creativa di questo grande artista, vero simbolo dell’anti Rinascimento lombardo. Si prosegue con Cerveno, dove va in scena la straordinaria Via Crucis di Beniamino Simoni, che fu proprio Testori a scoprire alla fine degli anni Settanta. Infine Capo di Ponte, che esulava dalle sue competenze storico-artistiche, ma non dalle sue fantasie letterarie: quante volte ¡ “pitoti” ricorrono nei suoi testi, evocazioni di una cultura capace di radicarsi nella roccia.
Sono tutte presenze, ormai familiari, che ci hanno accompagnato nell’impresa di Contexto 2016.
Per questo Testori sarà evocato alla partenza del percorso nel palazzo del Municipio, oltre che dai lavori realizzati per l’occasione da Mauro Maffezzoni, d’aprés proprio degli affreschi romaniniani.
Quella di Contexto 2016 è un’impresa in cui Casa Testori ha messo in campo la sua doppia matrice: quella di luogo legato alla storia di uno dei più interessanti e vitali intellettuali lombardi del secondo Novecento e quella di struttura che è in prima linea nel valorizzare giovani artisti. In questi sette anni di storia sono oltre 120 i nuovi talenti che hanno potuto esporre nelle stanze di quella che fu la casa di Giovanni Testori, alle porte di Milano.Alcuni di loro hanno raccolto la sfida di Contexto 2016. Una sfida che abbiamo voluto interpretare con lo stesso spirito con cui apriamo ogni volta gli spazi di Casa Testori: una grande fiducia nell’energia dell’arte, capace di dare slancio alla vita del nostro tempo. L’arancione che dalla magnifica utopia diventata realtà di Christo sul Lago d’Iseo, transita al logo e al grande cavo che fa da filo conduttore di questa edizione, è il colore simbolo di questa vitalità, di questa capacità di sorprendere, che gli artisti riverseranno per due mesi tra le strade e le case di questo magnifico paese. I loro sono sguardi in avanti pieni di poesia; sono anche scosse di fiducia e di passione, capaci “fare Contexto”. Cioè di contaminare i luoghi. Ma anche di stabilire un “con-texto”. Cioè un “testo” comune tra chi crea e chi partecipa come osservatore curioso, critico, e alla fine felicemente complice di questa grande, bellissima festa dell’arte tra le montagne. Perché Contexto vuole e deve essere una festa.

LA MOSTRA

Contexto è una mostra d’arte diffusa che ha invaso il comune di Edolo, snodandosi per le vie e le piazze del centro storico in spazi pubblici aperti e chiusi. Contexto ha coinvolto oltre 60 giovani artisti, tra cui molti già noti al pubblico nazionale e internazionale, i quali hanno presentato le proprie sculture, installazioni, video, fotografie e dipinti. 
Dalla seconda alla quarta edizione, Contexto è stato realizzato sotto la direzione artistica di Casa Testori.