fbpx

Trasfigurazione di oggetti domestici

Appocundria, Casa Testori, 2019 © Maki Ochoa-7
Appocundria, Casa Testori, 2019 © Maki Ochoa-8
Appocundria, Casa Testori, 2019 © Maki Ochoa-9
_MG_2357
previous arrow
next arrow


Enej Gala, nato in Slovenia
Il salone viene animato dalle sculture di Enej Gala: esili anche quando mastodontici oggetti che, così trasformati, assumono carattere animalesco, paiono paguridi o insetti dalle lunghe zampe. Riparando la propria funzionalità riflettono sull’appartenenza al quotidiano.

Sono tazze, occhiali, cucchiai, sbattiuova, sedie, forchette, coltelli, prese elettriche, teiere, cacciaviti, ombrelli, bicchieri, ripopolano gli spazi di una casa senza arredi ormai da molti anni, ricordano la vita vissuta, mancata o diversa dalle aspettative. Sono un estratto dalla serie dei suoi oggetti riparati, elementi che accompagnano la vita di ogni giorno, che abitano ogni casa e che l’artista trasforma e trasfigura, attraverso una ostinata riparazione, ma conservando un senso di profonda fragilità e instabilità, anche dei loro ruoli. 

Posted on: 20 Marzo 2020, by : Alessandro Frangi