Premio parco Balossa – 2016

Loghi sopra

FESTA PARCO BALOSSA
12 giugno 2016

Casa Testori e Parco Nord Milano, in collaborazione con il Comune di Novate Milanese e il Comune di Cormano, inaugureranno l’installazione permanente Fake History di Francesco Fossati con cui l’artista ha vinto il Concorso Artistico Parco della Balossa, promosso all’interno del progetto Botanica. La presentazione di Fake History si inserirà in un momento di festa e di riscoperta dell’identità del Parco della Balossa, che si svolgerà a partire dalle 15.00 con un percorso in bicicletta (partenza a Novate Milanese da Casa Testori e a Cormano in piazza Scurati) che condurrà verso le opere di Francesco Fossati e alla Cascina Balossa con stand enogastronomici e attività ludiche. Per tutto il giorno a Casa Testori sarà proiettato un video con alcuni estratti delle testimonianze inedite sulla storia del parco raccolte dall’artista.

Programma della giornata:
ore 15.00 biciclettata al parco Balossa
Ritrovo a Cormano davanti al Municipio in piazza Scurati
Ritrovo a Novate Milanese, presso Casa Testori con la presentazione del video di Davide Cazzani con le testimonianze inedite sulla storia della balossa.

ore 16.00  inaugurazione dell’opera Fake History di Francesco Fossati
saranno presenti i Sindaci dei comuni, il Presidente del parco e L’artista vincitore del concorso.

dalle ore 16.00 al parco della Balossa
Stand espositivi, giochi e laboratori, visite guidate ai fontanili, passeggiate a d’orso asino e assaggi.

—–

L’opera di Fossati si compone di due targhe commemorative in marmo di Carrara sulle quali sono incisi “testi di fantasia” che raccontano due avvenimenti, inventati ma plausibili, che uniscono idealmente la storia del Parco Agricolo con quella di due personaggi della cultura del secolo scorso. I soggetti delle storie sono stati concepiti dall’autore a seguito di una serie di incontri e interviste ad alcuni abitanti del territorio che, in maniera diversa, per questioni professionali o sentimentali, hanno legato le loro vite a quella della “Balossa”.

L’opera, che non vuole manifestarsi come tale, ma preferisce mimetizzarsi all’interno del contesto, vuole essere da stimolo nei confronti dello spettatore che si troverà a dover discernere tra realtà e finzione. Il dubbio pertanto diventa un motore per indagare la storia di un luogo, per scoprire una dinamica culturale in atto che fonda le sue basi su un passato immaginato e immaginifico allo stesso tempo. L’ironia che sottende i testi incisi nel marmo è strumento atto a generare consapevolezza nello sguardo dello spettatore riguardo all’ambiguità di ciò che sta osservando e condurlo a riflettere sulla reale natura di questo intervento.

La forza evocativa di queste opere è un elemento che contraddistingue l’intero progetto nel quale non vengono mostrate delle immagini, ma piuttosto viene stimolata l’immaginazione di ogni fruitore al fine di generare una propria visione, l’immagine di un ricordo di un avvenimento mai accaduto.

Il progetto ideato da Fossati per il Parco della Balossa è un’estensione dell’omonimo Fake History, iniziato nell’estate 2015 a Carrara nell’ambito del primo Festival di Scultura Contemporanea e premiato da una giuria composta, tra gli altri, da Michelangelo Pistoletto, Giacinto Di Pietrantonio, Laura Cherubini ed è tutt’oggi esposto nelle vie del centro storico della città. L’opera si è in seguito ampliata, sotto il nome di False Friend, posizionando nuove targhe nel napoletano presso Cantina Montone (Montoro) e nei prossimi mesi farà tappa a Monaco di Baviera in Germania.

Francesco Fossati (1985), è artista visivo e membro della redazione della rivista E IL TOPO. Ha realizzato mostre personali e collettive in importanti sedi istituzionali come PAN | Palazzo Arti Napoli, MAC di Lissone, Kaiserliche Hofburg a Innsbruck, Museo di Castel Sant’Elmo a Napoli, GAMeC a Bergamo, Careof a Milano, Museo della Permanente di Milano, Casa del Mantegna a Mantova, Museo Tornielli ad Ameno, Museo Centrale Montemartini a Roma, Isola Art Center a Milano, Contemporary Art Museum a Mendoza in Argentina e Museo Carlo Zauli a Faenza.

CASA TESTORI, Ufficio stampa: Maria Grazia Vernuccio
cell.335.1282864 | mariagrazia.vernuccio@gmail.com

Scarica qui i termini del concorso

Loghi sopra2

Posted on: 20 Gennaio 2016, by : admin