fbpx

Crocifissione 49′. Giovanni Testori e i disegni ritrovati

previous arrow
next arrow
Slider


Mostra a cura di Davide Dall’Ombra.
In collaborazione con l’Associazione Giovanni Testori.

La mostra: Si apre al MART di Rovereto, uno dei più importanti e innovativi musei d’arte contemporanea d’Italia, una mostra che presenta al pubblico un Testori che non ti aspetti: prima de “I segreti di Milano”, prima di Visconti e Robero Longhi: un giovanissimo Testori pittore.

Negli anni Quaranta, Giovanni Testori, prima ancora che come scrittore, è noto infatti come un pittore, sodale con l’esperienza della scuola milanese uscita da “Corrente”, compagno di strada di Ennio Morlotti, Bruno Cassinari e Renato Guttuso. Anche i suoi interventi come critico militante sono dettati dalla necessità  di trovare, innanzitutto per sè, una strada percorribile per il realismo italiano che, riconoscendo in Cèzanne il proprio padre, è disposto ad andare oltre la folgorazione picassiana.

A illuminare questi anni di sperimentazione, tra il 1948 e il 1949, giunge ora l’importante scoperta di 26 disegni che mostrano il processo creativo testoriano sfociato negli affreschi di San Carlo e in una delle rare opere scampate alla distruzione: la Crocifissione firmata e datata 1949, il più importante dipinto di Giovanni Testori, che chiude questa fase della sua vita artistica, in seguito alla delusione per la scialbatura degli affreschi.

Unico caso nella produzione pittorica testoriana, questo gruppo di carte permette di seguirne passo passo il processo creativo, in un momento di grande ricerca formale e iconografica.

In mostra, i 26 disegni inediti, provenienti da una collezione romana, la Crocifissione – Courtesy Compagnia del Disegno.

In catalogo, tre saggi di Davide Dall’Ombra, Mattia Patti e Francesco Guzzetti, inquadrano
lo scenario del Testori ventenne, tracciano una mappa tra i suoi precoci interventi come critico d’arte e analizzano nel dettaglio i disegni ritrovati, scoprendone ascendenze picassiane e medioevali.

Posted on: 29 Ottobre 2015, by : admin