fbpx

Francesca Damiano, POICHÉ SI VEDE COME CANTO

Il lavoro di Francesca Damiano si nutriva della relazione con la collettività e la quotidianità. L’artista ha chiesto ad alcune famiglie di Edolo di accoglierla nelle proprie abitazioni e di permetterle di realizzare un frottage del profilo del loro tavolo da pranzo, simbolo di convivialità e di condivisione. L’insieme delle tracce raccolte ha dato origine a una nuova struttura, che, unendo la regolarità dell’esterno e l’irregolarità dell’interno, raccontava le storie di tutte le famiglie e, contemporaneamente, permetteva di crearne di diverse. Il nuovo tavolo, collocato in un luogo pubblico, era infatti a disposizione della comunità, ognuno poteva portarvi una sedia e trasformarlo in un nuovo punto di riferimento e di incontro nel paese.

IMG_3682 1
IMG_3683 1
IMG_3685
IMG_3687 1
IMG_4286
IMG_4287
IMG_4288
previous arrow
next arrow

L’OPERA

Poiché si vede come canto, 2016, legno di larice, legno di castagno, incisione laser

Posted on: 20 Aprile 2020, by : Alessandro Frangi