Contexto Edolo 2018 | Gener-azioni

14 luglio – 9 settembre

Finissage della mostra:
Domenica 9 settembre, ore 20:30
visita guidata con il curatore Davide Dall’Ombra
Ritrovo stazione ferroviaria (Viale Derna)

Roccia, fiume, valle, passo, paese, casa: ARTE. Giunge alla quarta edizione Contexto, la manifestazione d’arte contemporanea che invade la città di Edolo, alla fine della Valle Camonica, ai piedi del Tonale. Per questa terza puntata sotto la direzione artistica di Casa Testori, il curatore Davide Dall’Ombra ha pensato a nuovi artisti, differente dislocazione degli interventi e un tema cui dar corpo.

La mostra s’interroga quest’anno sulle GENERAZIONI, intese come luogo di passaggi di testimone, di eredità culturali che si tramandano, ma anche come atti che danno vita a qualcosa di nuovo, di bello e utile per tutti.

IL PALAZZO DEGLI ARTISTI dagli 11 ai 60 anni

Il cuore della città si apre al pian terreno di uno dei palazzi più belli di Edolo. 12 artisti di tre generazioni, con pittura, disegno, videoarte, scultura e installazione, forniscono uno spaccato della produzione artistica attuale. I sorprendenti d’Apres degli allievi (11-13 anni) dell’artista Rossella Roli vengono esposti in apertura per porre l’interrogativo sul concetto stesso di bellezza e rappresentazione, oltre che, naturalmente, sulla responsabilità educativa e il rapporto con i propri padri. Dal figurativo alla scultura, si arriva attraverso le forme opposte e formalmente complementari dei cuscini in resina di Giorgio Brina & Simone Novara e delle sorprendenti cere di Fabio Roncato. Un ragionamento sugli strumenti dell’arte che procede con le tele cariche d’intromissioni materiche di Elisa Carutti, ma anche con le video animazioni e i cartoni incisi utilizzati per costruire il proprio immaginario poetico da Danilo Sciorillied Enrico Cattaneo. Edolo diventa miniera di dettagli preziosi per la fotografa Elena Canavesee non poteva mancare una salutare messaalla prova della pittura figurativa, grazie all’opera di Dario Maglionicoe Annalisa Fulvi. Chiude il Palazzo degli artisti un trittico di tre donne, di tre diverse generazioni: dalla grande installazioni su Chernobyl dell’ucraina Daria Romanenko, passando per il video sulla tensione e l’affidamento dell’albanese Silva Agostini, approdando alle bombe a uncinetto di Laura Morelli, inquietanti e struggenti insieme.

TRE PROGETTI SPECIALI per tre luoghi storici
La Palazzina Liberty posta a fianco della stazione presenterà la “scuola” di un importante architetto edolese, viennese di adozione: Franco Fonatti. Spetta a lui interpretare il tema della Gener-azione grazie alla metafora del ponte: un ponte fisico, progettato per la città di Venezia, e un ponte verso la creatività emergente, rappresentato da dieci progetti dei suoi allievi più talentuosi.

Le Prigioni, luogo fortemente suggestivo che trasmette intatta tutta la propria storia di sofferenza, verranno affidate alla cooperativa sociale Il Cardo, che dal 1988 si occupa di disabilità ed educazione, e trasformate nel luogo di massima gioia e vita, grazie a laboratori, incontri, ascolti musicali e workshop, per bambini, disabili e cittadini tutti.

Il palazzo della Biblioteca, palazzo storico Edolese centro d’incontro tra i giovani e i maestri di ogni generazione, spalanca l’orizzonte della città al mondo, grazie alla mostra fotografica di Andrzej Bargiela, dedicata al popolo vietnamita.

UNO SGUARDO (D)ALLA CITTÀ
Grazie all’intervento di Alberto Montorfano, un’opera d’arte pubblica mostrerà i volti di decine di edolesi scelti a rappresentanza degli occhi di tutti i cittadini: fotografati, ritratti, stampati e affissi sui tabelloni elettorali, insisteranno sulla piazza principale della città con il proprio sguardo partecipe e partecipato.

L’intervento di Maria Teresa Ortoleva, giovane artista londinese d’adozione, posto sul poggiolo davanti alla parrocchiale di Santa Maria Nascente che domina la città, trasformerà con la sua installazione il punto di vista del visitatore, mediando lo scenario urbano e montano con il tracciato del sogno.

CONTEXTO 2018
Promossa da Comune di Edolo
Direzione artistica
CASA TESTORI
A cura di
Davide Dall’Ombra
Assistente Curatoriale
Barbara Festa
Responsabile Allestimento
Alessandro Frangi
Immagine grafica
Luigi Grava

Quest’anno puoi contare su tre visite guidate GRATUITE a settimana:
Il venerdì sera alle 20.30
Il sabato sera alle 20.30
La domenica alle 16.30
La partenza è davanti alla stazione ferroviaria (Viale Derna)
e l’arrivo è in prossimità della Pieve, a Santa Maria Nascente

Informazioni (9-13/14-19): tel. 380.5971571

 

 

 

Posted on: 9 luglio 2018, by : Alessandro Frangi