Un multiplo di Kaufmann per sostenere Casa Testori

“«Io l’ho visto!» recitava il titolo di un’opera di Goya nella serie dei Disastri della guerra. Fu il maestro spagnolo a scagliarsi per primo contro i soprusi e la corruzione dilagante nella Spagna di inizio Ottocento. Un padre nobile dell’arte impegnata. Non a caso l’artista Massimo Kaufmann prende oggi come modello le sue incisioni per darne una versione contemporanea. Le sagome dei personaggi viziosi e guasti sono riprodotte battendo a macchina lettere ossessive, come spettri di corpi sbriciolati dal malcostume. Nella sala del camino di Casa Testori quest’opera sferra un pugno nello stomaco a chi, giunto a metà percorso, non avesse ancora capito il concetto: l’arte ha un ruolo sociale e può fustigare ogni forma di potere.”

Chiara Gatti, La Repubblica

Kaufmann(0)

L’opera di Massimo Kaufmann ispirata ai Capricci di Goya è una delle opere simbolo della mostra “arte CONTRO la corruzione”. Con gesto generoso Kaufmann ha tirato 50 copie dell’opera in forma di manifesto, numerate e firmate. Il ricavato della vendita va a sostegno di Casa Testori.
Il multiplo viene venduto a 50 euro.
È un’occasione straordinaria per acquisire un’opera simbolicamente così significativa e insieme un modo di attivarsi rispetto a un progetto, arte CONTRO la corruzione, che sta suscitando molto interesse e che ha visto tanti artisti scendere in campo con grande convinzione e qualità.

Massimo Kaufmann, Nadie nos ha visto, 1996, disegno a macchina da scrivere

Posted on: 5 maggio 2017, by : admin