Month: giugno 2016

Contexto – Arte contemporanea a Edolo


Gallery

1 luglio – 8 settembre 2016
www.contexto-edolo.it


Mostra

Edolo presenta la 2ª edizione della mostra di arte contemporanea diffusa nel centro del paese.

28 gli artisti selezionati da Casa Testori che ne cura la regia.
Installazioni, residenze, incontri con i protagonisti e visite guidate anche di notte per oltre due mesi di eventi nel cuore della nota località turistica della Val Camonica

Dopo il grande successo della scorsa estate, Edolo presenta Contexto 2016, mostra di arte contemporanea diffusa nel centro del paese con un’edizione ricca di novità e una rosa di nomi di artisti tutta nuova che non mancherà di stupire e coinvolgere il pubblico. Obiettivo: superare il successo di pubblico del 2015 quando la cittadina camuna fu invasa da artisti, curatori, critici, appassionati d’arte che hanno affascinato e coinvolto un pubblico italiano e internazionale trasversale tra cui numerosissimi giovani, famiglie. 28 gli artisti selezionati, protagonisti di altrettante installazioni e residenze che contaminano il paese dando vita a un percorso singolare: la loro arte entra prepotentemente in piazze, vicoli, cortili ma anche in negozi in disuso, antiche residenze abbandonate, pareti di case private, finestre che diventano cornici per opere murali. Così l’arte diffusa accende Edolo all’interno di un calendario di eventi dedicati all’arte contemporanea che prevede anche incontri con gli stessi artisti e visite guidate lungo il percorso anche di notte.

Promossa e organizzata dal Comune di Edolo che si è avvalsa della sapiente regia di Casa Testori, da sempre fucina straordinaria di nuovi talenti artistici, la nuova edizione di Contexto prenderà il via il 1° luglio per concludersi l’8 settembre, un arco temporale che quest’anno abbraccerà tutta la stagione turistica. La grande mostra di arte contemporanea diffusa si snoderà per le vie e le piazze della cittadina, invadendo spazi aperti e chiusi, pubblici e privati, compresi luoghi solitamente non accessibili. Un parterre particolarmente ricco di artisti italiani e stranieri – tra cui molti bresciani e lombardi – insieme ad alcuni emergenti, esporrà le proprie sculture, installazioni, fotografie e video ispirati al contesto edolese per valorizzare e reinterpretare i luoghi caratteristici della cittadina, seguendo il filo conduttore della contaminazione dei generi. Opere che in alcuni casi rimarranno stabilmente nella località camuna. Si tratta di un’occasione unica per i turisti, che potranno conoscere Edolo sotto una luce nuova e diversa, ma anche per gli stessi abitanti, che avranno l’opportunità di scoprire angoli mai osservati da vicino o riscoprire luoghi legati alla memoria storica o personale.

Il percorso parte dal centro di Edolo con un omaggio a Giovanni Testori, che sarà evocato nella prima stazione di Contexto nel Palazzo del Comune, oltre che dai lavori realizzati per l’occasione da Mauro Maffezzioni, d’aprés degli affreschi romaniniani, per poi snodarsi per le vie del paese attraverso le opere dei 28 artisti: Adriana Albertini, Davide Baroggi, Andrea Bianconi, Paolo Brambilla, Andrea Bruschi, Monica Carrera, Emma Ciceri, Massimo Dalla Pola, Francesca Damiano, Emanuele Dottori, Francesco Fossati, Andrea Fiorino, Riccardo Gavazzi, Dario Goldaniga, Julia Krahn, Marina Lo Russo, Mauro Maffezzoni, Matteo Maino, Fulvia Mendini, Piero 1/2Botta, Matteo Negri, Luca Petti, Domenico Pievani, Michela Pomaro, Davide Rivalta, Anna Turina, Aleksander Veliscek, Giulio Zanet.

Un lunghissimo filo arancione, sospeso sul paese, traccerà il percorso della mostra. Arancione come il colore simbolo di Contexto. Arancione come la magnifica utopia diventata realtà di Christo sul Lago d’Iseo, proprio a pochi chilometri da Edolo. Per Giuseppe Frangi di Casa Testori, “l’arancione è il colore simbolo di questa vitalità, di questa capacità di sorprendere, che gli artisti riverseranno per due mesi tra le strade e le case di questo magnifico paese, capaci di “fare Contexto”, di contaminare i luoghi, ma anche di stabilire un “con-texto”. Cioè un “testo” comune tra chi crea e chi partecipa come osservatore curioso, critico, e alla fine felicemente complice di questa grande, bellissima festa dell’arte tra le montagne. Perché Contexto vuole e deve essere una festa”.


Eventi

Gran finale:
visita guidata sotto le stelle con i curatori
giovedì 8 settembre, ore 20:30
ritrovo davanti al municipio 

LOghi_contexto

Fotografare Gaudenzio

P1080432

Inaugurazione: Domenica 26 Giugno 2016

Spazio Testori

Tre giovani artiste, Sofia Bersanelli, Giulia Riva ed Elisabetta Polelli hanno lavorato con la macchina fotografica attorno alle sculture del Sacro Monte esposte ad aprile a Casa Testori. Sono state guidate da Angelo Barone, a sua volta artista, fotografo e docente. La sfida era quella di capire in che modo artisti delle nuove generazioni intercettano e rivisitano queste forme del nostro passato; quale dialogo si crea tra loro e un monumento affascinante ma a volte percepito “lontano” come il Sacro Monte. Le tre giovani artiste hanno interpretato con molta libertà e creatività quei capolavori, realizzando ciascuna dei sorprendenti percorsi per immagini.

Ora i lavori realizzati in questo laboratorio vengono esposti a Casa Testori: in occasione della presentazione Angelo Barone (autore della foto qui sopra) e le artiste dialogheranno con la direttrice del Sacro Monte Elena De Filippis.

Draw Me Project

Vuoi far parte della nuova performance di Andrea Bianconi?

Partecipare è semplice passa a Casa Testori durante la mostra A doppio senso e ritira la cartolina con il volto dell’artista, disegnala e rispediscila a noi completa di nome e indirizzo email.
Riceverai in omaggio il nuovo libro Draw Me che raccoglierà tutte le cartoline arrivate.

Cosa aspetti, vieni in mostra!

se non puoi passare a Casa Testori richiedi la cartolina a:
drawmeproject@andreabianconi.com

le opere verranno postate anche su instagram: draw.me.project
#drawmedrawmedrawme